PERLEDOLIO 2016
Perledo, 25 Giugno
Home PageI ProduttoriGalleryDove SiamoContattaciNews
Logo Olio di Perledo

Consorzio della Patata Bianca di Esino

Oliper Perledo

Dalla passione dei nostri ulivicultori, l’eccellenza che racconta il territorio del comune di Perledo.

Nel quadro dell'agricoltura odierna comunale, l'olivicoltura rappresenta un settore produttivo di importanza non trascurabile, in particolar modo sotto gli aspetti tradizionali e sociali, come la presenza di aziende di piccole e piccolissime dimensioni, a conduzione familiare, e il rispetto per l’ambiente e la salvaguardia del paesaggio.

Le principali cultivar di olivo coltivate, il frantoio e il leccino con la combinazione dei loro frutti, conferiscono all’olio prodotto un assortimento organolettico ben equilibrato e gradevole, ben apprezzabile dagli organi di senso di chi li assaggia sia in una insalata che in una zuppa, in un piatto di pesce oppure di carne.

A questo assortimento, il frantoio contribuisce con un olio di aspetto verde intenso, un interessante insieme di aromi (combinazione di odore e sapore) come fruttato verde, carciofo o cardo e mandorla principalmente, ed un retrogusto più o meno persistente di piccante ed amaro, mentre il leccino contribuisce con un aspetto verde spesso con riflessi giallastri tendenti all’oro, un interessante insieme di aromi come fruttato maturo, erba fresca, mela, mandorla e pinolo ed un retrogusto piccante più o meno persistente e tendente al dolciastro. Peculiarità molto importanti nell’assaggio e nell’ abbinamento con il cibo. Tutto ciò, unitamente al saper fare, alla passione e alla tradizionale responsabilità degli olivicoltori locali nell’eseguire tutte le fasi di produzione dell’olio (coltivazione, trasformazione e conservazione), conducono senza dubbio ad un insieme unico che soddisfa pienamente i principali requisiti di pregio qualificanti un olio di oliva di qualità (sicurezza, genuinità, nutrizione, aroma, tipicità e serbevolézza).

E' importante inoltre ricordare che gli oliveti del comune di Perledo rientrano nella zona di produzione delle olive destinate alla produzione dell’olio extra vergine d’oliva a denominazione di origine protetta “Laghi Lombardi” con menzione geografica aggiuntiva “Lario” che, come sappiamo, è marchio di qualità facoltativo attribuito ad un prodotto agricolo o alimentare, le cui caratteristiche qualitative dipendono esclusivamente dal territorio in cui viene prodotto.

Il relativo ambiente geografico di produzione comprende sia fattori naturali che umani, che consentono di ottenere un prodotto unico e inimitabile. In sostanza la Dop si applica a produzioni il cui intero ciclo produttivo, dalla materia prima al prodotto finito, viene svolto all'interno di un'area geografica ben delimitata, e quindi,non è riproducibile al di fuori di essa.

Il prodotto certificato Dop gode di tutela e protezione dalle contraffazioni su tutto il territorio dell’Unione Europea. in cui. L'olivicoltore la cui azienda si trova in un territorio che ha ottenuto questo riconoscimento e che intende commercializzare la propria produzione di olio con il marchio Dop, deve attenersi ad uno specifico "disciplinare di produzione" e sottostare al controllo di un Ente di Certificazione indipendente.

E' dunque in questo contesto e con questo spirito, che è stato creato il Marchio Collettivo Olio Extravergine di Oliva di Perledo con l’obiettivo sia di incentivare e diffondere l’olivicoltura a tutela dell’ambiente e del paesaggio, che di valorizzare e tutelare l’olio prodotto. Come strumento regolatore del marchio è previsto un articolato regolamento che oltre ad enunciare obiettivi, ambiti, requisiti e norme, definisce, tramite il disciplinare di produzione, le regole d’ambito (inclusi vincoli e limiti) ed operative a cui si deve attenere un affiliato.